15 novembre 2016

Terremoto. L’Italia e la Regione dimenticano l’entroterra

Il terremoto del 31 ottobre ha distrutto le nostre case, i nostri beni, i nostri sogni. Rialzarsi sarà dura, per quanto siamo tenaci noi marchigiani, ma le istituzioni non possono dimenticarsi dei piccoli comuni dell’entroterra.

Continua a leggere...

17 aprile 2015

La Resistenza sanseverinate nelle medaglie

Per il 70° della Liberazione nazionale una pubblicazione sulla Resistenza sanseverinate.

Continua a leggere...

16 aprile 2015

Whirlpool-Indesit: storica vittoria FIOM

Netta affermazione della Fiom nelle elezioni per il rinnovo della rappresentanza sindacale unitaria alla Whirlpool-Indesit di Albacina.

Continua a leggere...

10 gennaio 2015

Jobs Act. Nuove e peggiorative disposizioni per il licenziamento

Nota della FIOM Nazionale: «Il Jobs Act favorisce le imprese non solo cancellando di fatto il reintegro ma anche modificando sostanzialmente le norme che fino ad oggi hanno regolato il risarcimento»

Continua a leggere...

10 novembre 2014

Viva la Rivoluzione Sovietica

Per il 97° anniversario della Rivoluzione d’Ottobre, a Roma, manifestazione con ospiti internazionali e comizio di chiusura del Segretario generale Marco Rizzo

Continua a leggere...

15 novembre 2016

Terremoto. L’Italia e la Regione dimenticano l’entroterra

Il terremoto del 31 ottobre ha distrutto le nostre case, i nostri beni, i nostri sogni. Rialzarsi sarà dura, per quanto siamo tenaci noi marchigiani, ma le istituzioni non possono dimenticarsi dei piccoli comuni dell’entroterra.

Continua a leggere...

26 maggio 2015

Whirlpool, Landini: Lotta e trattativa devono proseguire

Il Segretario generale FIOM Maurizio Landini a Fabriano, a supporto del presidio all’ex Indesit, contro il piano Whirlpool da 2.060 esuberi.

Continua a leggere...

17 aprile 2015

La Resistenza sanseverinate nelle medaglie

Per il 70° della Liberazione nazionale una pubblicazione sulla Resistenza sanseverinate.

Continua a leggere...

17 aprile 2015

Whirlpool, “operazione fantastica” da 1.350 esuberi

Nel piano Whirlpool ripor­tare in Ita­lia i pro­dotti delo­ca­liz­zati in Cina, Polo­nia e Tur­chia, chiudendo l’impianto di Caserta e il sito di Torino, men­tre i 600 ope­rai di Albacina saranno spostati a Melano.

Continua a leggere...

16 aprile 2015

Whirlpool-Indesit: storica vittoria FIOM

Netta affermazione della Fiom nelle elezioni per il rinnovo della rappresentanza sindacale unitaria alla Whirlpool-Indesit di Albacina.

Continua a leggere...

26 gennaio 2015

A conquistar la Rossa Primavera

Livorno, Comitato centrale e presidio per celebrare il 94°anno dalla Fondazione del Partito Comunista Italiano.

Continua a leggere...

11 gennaio 2015

I matti del Duce

Manicomi e repressione politica nell’Italia fascista. Studio storico di Matteo Petracci

Continua a leggere...

10 gennaio 2015

Jobs Act. Nuove e peggiorative disposizioni per il licenziamento

Nota della FIOM Nazionale: «Il Jobs Act favorisce le imprese non solo cancellando di fatto il reintegro ma anche modificando sostanzialmente le norme che fino ad oggi hanno regolato il risarcimento»

Continua a leggere...

Culture
17 aprile 2015

La Resistenza sanseverinate nelle medaglie

Per il 70° della Liberazione nazionale una pubblicazione sulla Resistenza sanseverinate.

Continua a leggere...

11 gennaio 2015

I matti del Duce

Manicomi e repressione politica nell’Italia fascista. Studio storico di Matteo Petracci

Continua a leggere...

13 giugno 2014

Una lunga scia di sangue

Una lettura storica definitiva delle vicende, dei caduti e della Resistenza a Sanseverino, dall’8 settembre al primo luglio 1944, a settant’anni dalla Liberazione della Città.

Continua a leggere...

Orizzonti

Iniziativa dei Partiti Comunisti e Operai

Comunisti Sinistra Popolare - Partito Comunista è tra i fondatori del Gruppo di Iniziativa dei Partiti Comunisti e Operai d'Europa, costituitosi con lo scopo di promuovere i principi del socialismo e costruire una società senza lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo, senza povertà, senza ingiustizia sociale e guerre imperialiste.

Rivista Comunista Internazionale

Coordinata dal KKE, dal numero IV edita anche in italiano.

Editoriale

Che fare?

Siamo pochi, è vero, ma siamo solo all’inizio. Abbiamo tutti contro, vero anche questo, nella frammentazione della sinistra – o di quel che ne è rimasto – che in pochi anni ha portato ogni forza anticapitalista a non avere più rappresentanza politica nelle istituzioni.
E’ rinato il Partito Comunista, Marco Rizzo ne ha assunto la guida – dopo e come prosecuzione dell’esperienza Comunisti Sinistra Popolare – organizzando una struttura efficiente che dopo il primo congresso del Partito di gennaio 2014 si muove ora a regime. Nelle Marche come in ogni altra regione come a livello nazionale con una Direzione esperta e internazionale con la convinta adesione al Gruppo di Iniziativa dei Partiti Comunisti e Operai d’Europa, di cui il Partito Comunista è stato tra i fondatori.
Ripeto, siamo pochi nelle Marche. Ma specifico, siamo ancora pochi. E soprattutto siamo motivati, abbiamo obiettivi e, ormai, davvero poco da perdere, il che ci consegna una forza che le vecchie formazioni non possono che ricordare di aver conosciuto un tempo remoto. Da qusto sito esprimeremo le nostre posizioni e ci confronteremo tra noi e con voi, in questa fase di rinascita del Partito che mira a farci conoscere e riconoscere. Ambisce a recuperare valori che solo un meschino revisionismo è riuscito a mettere in ombra quando, secondo le nostre linee, sono l’unica via d’uscita dalla disperazione in cui UE, NATO, EURO e capitalismo ci hanno precipitato.
Non siamo interessati, oggi, a ricoprire posizioni amministrative o governative. Noi perseguiamo il socialismo, l’abbattimento dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo, le ingiustizie sociali, la barbarie capitalista e mille altri indirizzi che il documento congressuale ha messo nero su bianco. Dopodiché non possiamo escludere che il Partito non si tiri indietro se coinvolto nell’amministrazione della comunità, ma se lo farà sarà con il suo simbolo e i suoi colori. Non ci interessano le alleanze né costruiremo strategie per politiche non in linea con la nostra.
Seguiteci su queste pagine, siamo aperti al confronto e siamo qui per dimostrare che esiste un’alternativa a sinistra a quello che vi hanno fatto credere sia la sinistra. Si chiama Partito Comunista, da oggi in prima linea anche nelle Marche.
Contro la UE, contro la NATO, per il Socialismo.

Partito Comunista Marche
4 marzo 2014
X